verbali riunioni comitati

INCONTRO A BALLO’ DEL 16/10/2014 FRA ALCUNI COMITATI DEL MIRANESE

Sono presenti:
Zianigo:
– Comitato di via Bollati,
– Comitato via Desman,
Campocroce:
– Uniti per Campocroce,
– Comitato per la Difesa del Graticolato Romano di Mirano,
Mirano:
– Comitato di via Dante,
Ballò

A nome del comitato promotore di via Bollati F. Pegoraro ha spiegato ai presenti l’obiettivo di tale incontro: vedere se è possibile trovare una comune condivisione sulle opere da realizzare per migliorare la viabilità nel territorio miranese e relative priorità.

Il comitato promotore ha avuto negli anni passati un’esperienza positiva come aggregatore di comitati aventi obiettivi comuni e si propone di ripetere l’esperienza allargando questa aggregazione anche ai comitati che, magari solo all’apparenza, potrebbero avere anche obiettivi contrastanti con quelli degli altri.

Consci che l’obiettivo si potrà raggiungere solo gradualmente e convincendo gli altri comitati che solo tramite l’unione, non solo d’intenti, ognuno avrà la forza e l’appoggio per raggiungere almeno qualcuno dei suoi obiettivi, si è ritenuto di coinvolgere gradualmente i vari comitati sia per motivi organizzativi che per evitare eventuali contrasti che avrebbero fatto naufragare questa esperienza già in partenza.

La discussione è proseguita sulle opere ritenute dai vari comitati necessarie sul loro territorio, opere che a volte coincidono con quelle dell’ormai famoso ACCORDO DI PROGRAMMA, altre sono alternative e non per forza più costose (si rinvia ad una seconda fase e modalità l’esposizione delle varie proposte).

L’ultimo accordo di programma sottoscritto dal Comune di Mirano con la Regione prevede alcune opere/interventi sulla viabilità, ma a distanza di quattro anni potrebbero risultare insufficienti, inadatte o superflue, in qualche caso potrebbero essere benissimo sostituite da altre meno invasive e costose.
Sarebbe opportuno che i vari comitati facessero da filtro alle varie richieste provenienti dal proprio territorio onde evitare che prevalgano richieste personali o in contrasto fra loro o riguardanti aree molto ristrette; dovranno cioè raccogliere ed esprimere le esigenze riguardanti un buon numero di persone e suggerire eventuali nuove opere o modifiche a quelle già comprese nella lista dell’accordo.

Le varie proposte verranno poi riunite, confrontate per verificare che le esigenze di qualcuno non contrasti con quelle di altri ed infine riportate su una planimetria illustrativa per consentire a tutti di valutarle in un quadro complessivo e dare ad ognuna un valore di priorità, tutto ciò potrà poi essere utile anche per chi è chiamato ad amministrare il paese.

Dalle Fratte (del comitato di via Desman) mette a disposizione il sito da lui predisposto http://comunidelmiranese.it/ per pubblicare le richieste e segnalazioni di cui i vari comitati riterranno utile la loro diffusione.

Al termine dell’incontro si stabilisce di reincontrarsi fra circa 15 giorni.

Lascia un commento

chi ruba è un ladro e gli incompetenti a casa