lettera a Chisso

All’Assessore alla Mobilità e alle Infrastrutture
Regione Veneto
Renato Chisso

per conoscenza
All’Assessore alla Viabilità e sicurezza della circolazione stradale – Piste ciclabili
Provincia di Venezia
Emanuele Prataviera

Alla Gentile sindaca
Comune di Mirano
Maria Rosa Pavanello

Oggetto: richiesta di incontro sulla sicurezza della strada provinciale 33 a Zianigo di Mirano

I cittadini di Zianigo
1) a seguito di:
– un sondaggio fatto nel territorio e nel quale il 77% dei votanti ha espresso la ferma richiesta e urgenza di mettere in sicurezza la strada provinciale 33 a Zianigo di Mirano;
– un incontro della cittadinanza con l’amministrazione comunale di Mirano, avvenuto in data 02/04/2014 e nel quale è stata riconfermata la richiesta e l’urgenza dei suddetti lavori,

2) riscontrato che:
– ai punti 2 – 3 – 4 – 19 dell’Allegato N. 1 all’Accordo di Programma tra Regione Veneto, Provincia di Venezia, Comune di Mirano e il Commissario Delegato per il Passante di Mestre del 25 febbraio 2008 e successive modifiche e integrazioni riportate nell’Allegato A alla Dgr. n. 1548 del 08 giugno 2010, sono indicati lavori da effettuasi sulla suddetta strada da parte della Regione Veneto tramite Veneto Strade (2-3-4) o dal Comune di Mirano (19) finanziati con trasferimenti dalla Regione e facenti parte dei dicianove milioni di € previsti nel suddetto Accordo,

2 realizzazione di rotatoria su via Scortegara nell’ambito di riqualificazione della piazza (s.p. 33) – Zianigo e sistemazione marciapiedi verso villa Bianchini € 600.000,00
3 adeguamento s.p. 33 via Desman e rotatorie su via Varotara e via Bollati * € 2.000.000,00
4 adeguamento via Contarini e via Scortegara nel tratto tra villa Bianchina e via Desman con la realizzazione pista ciclabile € 1.200.000,00
19 realizzazione di adeguamenti e messa in sicurezza del traffico sul territorio di Mirano € 3.000.000,00
* a tale intervento si aggiungerà a cura della provincia di Venezia la realizzazione della rotatoria all’incrocio sp33 via Bollati € 265.000,00
chiedono cortesemente

un incontro con l’assessore alla mobilità e alle infrastrutture della Regione Veneto, sig. Renato Chisso, per:
– valutare le diverse problematiche che riguardano la suddetta via e le possibili soluzioni,
– sapere se la Regione intende risolverli e con che tempi e modalità,
– o, visto che dopo sei anni dalla firma dell’accordo non sono ancora stati inseriti nel bilancio regionale i relativi finanziamenti, per sentirci dire dai diretti interessati che gli impegni sottoscritti dalla Regione nel 2008 e nel 2010 erano solo una delle tante promesse elettorali mai mantenute; in tal caso gli elettori di Zianigo e di Mirano ne trarranno le debite conclusioni.

La messa in sicurezza della strada provinciale 33 non è ormai più procrastinabile in quanto trattasi di una strada:
– larga circa 5 metri, priva quindi della linea centrale di separazione delle carreggiate, ma fortemente trafficata e da almeno 40 anni oggetto di numerosi incidenti anche mortali, lamentele degli abitanti con le autorità comunali e provinciali, raccolta di firme per le molteplici petizioni sempre accolte, ma mai esaudite;
– di collegamento fra diversi paesi limitrofi come alcune frazioni di Noale, Santa Maria di Sala e Borgoricco (PD) al polo degli istituti scolastici, al centro e all’ospedale di Mirano;
– di collegamento o per raggiungere le zone industriali a Mirano, Santa Maria di Sala, Salzano, Noale, Dolo e, tramite la camionabile di Marghera, anche con le zone industriali e commerciali di Mestre e Marghera.
L’intensità di traffico, le dimensioni della carreggiata e il limite di velocità di 90 Km/h in alcuni tratti, mettono alquanto in pericolo non solo chi volesse percorrerla in bicicletta, ma anche i pedoni, diventa infatti pericoloso anche il solo fatto di andar a portare le immondizie nei cassonetti; manca infatti del tutto la pista ciclabile lungo il tratto compreso fra le vie Desman (sprovvista anche di marciapiede), Varotara ed il tratto di via Scotegara vicino al centro di Zianigo.
Ciò comporta che gli alunni delle scuole elementari di Zianigo, delle medie e delle superiori di Mirano, le possono raggiungere solo se accompagnati in auto fino alle scuole o almeno fino alla fermata dell’autobus (semprechè a quel punto valga ancora la pena prendere l’autobus); ne consegue che al mattino, durante il periodo scolastico, si forma una lunga coda di veicoli che avanza a passo d’uomo fino a Mirano.

Nelle suddette richieste siamo confortati dall’appoggio e dalla condivisione dell’Amministrazione Comunale garantiti dalla stessa nell’assemblea del 02/04/2014 sia per quanto riguarda le richieste di cui sopra che le eventuali azioni di protesta cui saremmo costretti far ricorso nel caso di mancato accoglimento sia della richiesta d’incontro che di garanzie di tempi certi per la soluzione dei problemi prospettati

Certi di un sollecito riscontro, porgiamo distinti saluti.

PER IL COMITATO CITTADINI DI ZIANIGO
Mail: firme
semenzato.andrea75@gmail.com Andrea Semenzato
cell. 347327239 ………………………………….

francobonaldo@libero.it Franco Bonaldo
cell. 3498105447 ………………………………….

comunidelmiranese@gmail.com
cell. 3319263340 ……………… …………………

www.comunidelmiranese.it